Calcio

In secondo luogo, il contratto Pilipchuk

In secondo luogo, il contratto Pilipchuk con il rosso e nero è valida fino al 13 giugno, una specialista ai primi di maggio ha fatto come se non ha paura delle sanzioni da parte del club. lodevole desiderio di riprendere il suo lavoro in modo indipendente, se qui sta il vero motivo per lasciare, ma per terminare le attualità nello stato dell’assistente può rimanere in silenzio, senza il rumore e la polvere. Smontato “Rostov” Karpin, ha sentito il fischio finale nella partita con la “Dinamo” stava lavorando – e di fronte a voi, senza obblighi e dei termini contrattuali di umano, aperto tutto l’edizione sportiva.

L’assistente di Carrera ha dato un brutto addio allo Spartak Foto: Sportbox, Spartak

In terzo luogo, dalla romana non abbiamo sentito un semplice “grazie” per l’indirizzo della Carrera a portata di mano Pilipchuk che ha vinto il primo trofeo nella loro carriera di allenatore mediocre. Massimo testa è responsabile dei risultati di “Spartacus” – e nella gioia e momenti tristi. All’inizio di questa stagione, tutto discusso la forma debole dei giocatori rosso-bianco, ha dato il preparatore atletico Giorgio D’Urbano, quando la squadra è sceso suoi punti nella partita con la “Dinamo” (2: 2) e “Ufa” (0: 0) ha perso “Zenith “(5: 1), il CSKA (2: 1) e” Locomotiva “(3: 4), ma per qualche motivo che nessuno, almeno in parte non legata problemi del team Carrera crisi con analisi falliti Pilipchuk. 31 luglio ha battuto in casa “Krasnodar” (2: 0) – e Massimo nel post-partita conferenza stampa dedicata alla vittoria romana, tragicamente ha perso sua figlia Maria.

Nel gennaio dello scorso anno, Igor Rabiner rilasciato il testo sotto il titolo “Pilipchuk – eroe poco appariscente di”. Spartacus ” L’autore si è rammaricato che Carrera non permetta ai suoi assistenti di rilasciare interviste.

Nel maggio di quest’anno, ha detto Massimo Assistente abbastanza per noi capire che il divieto di parlare con i giornalisti sediziosa – un utilissimo idea. eroi altrimenti invisibile barlume opaco e a rischio del prefisso “anti”.
Ieri a Mosca, ha previsto una tempesta con forti raffiche di vento, ma il tempo si è rivelato brutta notte solo in una delle squadre di calcio della capitale. Media Thunder è stato sentito nel cielo di “Open Arena” bombanulo nei pressi di Tushino: Assistente Carrera, formatore e analista di “Spartacus” Pilipchuk romano in un’intervista a Igor Rabiner in “Sport-Express” ha annunciato la sua partenza dal team rosso-bianco al termine della stagione in corso. Il messaggio è stato inviato per due round prima della fine della Repubblica cecena.

Nel suo discorso di commiato ha ringraziato Pilipchuk quasi tutti: affollato e confidando la guida di “Spartacus”, uno staff meraviglioso, i fan mozzafiato giocatori eccezionali, anche Dmitry Alenichev, che “inizialmente è venuto per aiutare” nell’estate del 2016. Quasi tutto Oltre a Massimo Carrera.